La capolista Leverkusen sfida il Dortmund, grande delusa di Bundesliga

Invia:

Il Bayer Leverkusen, attualmente in testa alla classifica della Bundesliga, ospita domenica il Borussia Dortmund. I padroni di casa hanno raccolto 36 punti nelle prime 12 giornate, con sole 2 sconfitte, e guidano la classifica con 2 punti di vantaggio sul Bayern Monaco di Harry Kane e addirittura 10 sul Dortmund.

Molti lodano il tecnico Xabi Alonso per aver ridato speranze ai tifosi del Leverkusen, ma anche il mercato estivo è stato fondamentale. Grazie ai soldi ricavati dalla cessione di Moussa Diaby all’Aston Villa, il club ha acquistato gli attaccanti Victor Boniface e Jonas Hofmann, il centrocampista Granit Xhaka e il terzino Alex Grimaldo a parametro zero.

Come spiegato nella guida utile alle scommesse sportive in Italia, Alonso ha elogiato l’intelligenza calcistica dei nuovi innesti, decisivi per dare stabilità e concretezza alla squadra. Secondo i media tedeschi, il Dortmund aveva rifiutato di ingaggiare gli stessi giocatori in estate, errore che ora paga con un rendimento deludente.

Crescono le critiche soprattutto per i nuovi acquisti dei gialloneri, che non hanno rimpiazzato degnamente Bellingham. Il Dortmund rischia di perdere contatto dalla vetta e di veder sfumare i sogni di interrompere il dominio del Bayern. La sorprendente ascesa del Leverkusen rende la sfida di domenica ancora più importante.

Related articles

BARCELLONA, XAVI NON MOLLA: “GAP DA 10 PUNTI COL REAL, MA NON GETTIAMO LA SPUGNA”

L'allenatore del Barcellona Xavi Hernández ha rifiutato di arrendersi nella corsa al titolo di Liga nonostante il pareggio...

PALMER TORNA ALL’ETIHAD DA NEMICO: GUARDIOLA “SAPEVO FOSSE UNA STELLA”

Pep Guardiola ha detto di aver sempre saputo che Cole Palmer era "un giocatore stellare", ma di non...

LIVERPOOL, VITTORIA AMARA: INFORTUNI PER JONES, JOTA E NÚÑEZ FRENANO LA CORSA DEI REDS

Il Liverpool ha subito una triplice tegola dagli infortuni nella vittoria per 4-1 di sabato sul campo del...

Perché la Roma ha esonerato José Mourinho, e perché continua a dividere l’opinione pubblica

E così se n'è andato. Ancora una volta nella sua terza stagione. Ancora una volta, sotto una nube....