L’australiano ruba milioni agli investitori usando la truffa delle scommesse sportive false

Invia:

 

Un uomo australiano di 31 anni, Michael Pryde, è stato accusato di aver truffato i suoi investitori attraverso la sua piattaforma di scommesse sportive, Simply Bet. Pryde, che ha frequentato il collegio maschile St. Joseph’s College di Hunters Hill, ha sfruttato la sua rete di contatti d’élite e benestanti per convincerli a investire milioni di dollari in un sistema di scommesse “garantito”. Pryde ha presentato un algoritmo “infallibile” che avrebbe previsto con precisione l’esito degli eventi sportivi, ma in realtà non esisteva da nessuna parte al di fuori della sua mente. Inoltre, ha fornito informazioni false sui suoi conti bancari e ha utilizzato un indirizzo fittizio per la sua attività. Nonostante queste carenze, molti investitori hanno creduto alle sue proposte manipolative. Alcuni investitori hanno già vinto le loro cause legali e Pryde è stato ordinato di restituire loro i soldi, ma non è chiaro se li abbia restituiti o meno. Ci sono ancora molte cause pendenti contro di lui mentre gli investitori cercano di recuperare i soldi persi. Pryde ha affermato di non aver fatto nulla di male e ha sostenuto che la sua versione dei fatti deve ancora essere rivelata.

Related articles

BARCELLONA, XAVI NON MOLLA: “GAP DA 10 PUNTI COL REAL, MA NON GETTIAMO LA SPUGNA”

L'allenatore del Barcellona Xavi Hernández ha rifiutato di arrendersi nella corsa al titolo di Liga nonostante il pareggio...

PALMER TORNA ALL’ETIHAD DA NEMICO: GUARDIOLA “SAPEVO FOSSE UNA STELLA”

Pep Guardiola ha detto di aver sempre saputo che Cole Palmer era "un giocatore stellare", ma di non...

LIVERPOOL, VITTORIA AMARA: INFORTUNI PER JONES, JOTA E NÚÑEZ FRENANO LA CORSA DEI REDS

Il Liverpool ha subito una triplice tegola dagli infortuni nella vittoria per 4-1 di sabato sul campo del...

Perché la Roma ha esonerato José Mourinho, e perché continua a dividere l’opinione pubblica

E così se n'è andato. Ancora una volta nella sua terza stagione. Ancora una volta, sotto una nube....