La F1 afferma che le corse continueranno se il pilota risulta positivo al coronavirus

Invia:

 

Il CEO Chase Carey ha dichiarato che la Formula 1 non cancellerà le gare in caso di positività al coronavirus di un pilota o di una squadra che si ritira, al fine di evitare un’altra situazione come quella che ha portato all’annullamento dell’apertura della stagione in Australia a marzo, quando il team McLaren si è ritirato a causa di un membro del personale positivo al virus. La stagione inizierà con due gare in Austria il 5 e 12 luglio. Carey ha affermato che, in caso di positività di un pilota, ci sono piloti di riserva disponibili per sostituirlo.

A differenza di molti altri sport, i team di Formula 1 hanno più difficoltà a tornare alle competizioni a causa delle dozzine di persone che di solito si recano a una gara e dei regolari viaggi internazionali coinvolti. Pertanto, Carey ha annunciato che i membri del team saranno testati per il coronavirus prima di partire per una gara e poi ogni due giorni. Inoltre, i team vivranno in un sistema a “bolla”, probabilmente con “bolle secondarie” per tenere separate le persone se svolgono lavori diversi.

Carey ha sottolineato che, in un’attività come la Formula 1, dove a volte non si può garantire il distanziamento sociale, è fondamentale disporre di procedure per gestire i rischi legati alla pandemia il prima possibile.

 

Related articles

BARCELLONA, XAVI NON MOLLA: “GAP DA 10 PUNTI COL REAL, MA NON GETTIAMO LA SPUGNA”

L'allenatore del Barcellona Xavi Hernández ha rifiutato di arrendersi nella corsa al titolo di Liga nonostante il pareggio...

PALMER TORNA ALL’ETIHAD DA NEMICO: GUARDIOLA “SAPEVO FOSSE UNA STELLA”

Pep Guardiola ha detto di aver sempre saputo che Cole Palmer era "un giocatore stellare", ma di non...

LIVERPOOL, VITTORIA AMARA: INFORTUNI PER JONES, JOTA E NÚÑEZ FRENANO LA CORSA DEI REDS

Il Liverpool ha subito una triplice tegola dagli infortuni nella vittoria per 4-1 di sabato sul campo del...

Perché la Roma ha esonerato José Mourinho, e perché continua a dividere l’opinione pubblica

E così se n'è andato. Ancora una volta nella sua terza stagione. Ancora una volta, sotto una nube....