Hamilton ha avviato una fervente campagna contro l’ingiustizia razziale

Invia:

 

Non è stato possibile per il campione di Formula 1 Lewis Hamilton svolgere il suo lavoro quotidiano a causa dell’epidemia di coronavirus, ma ha trovato un nuovo modo per distinguersi durante la pandemia. Hamilton ha infatti avviato una fervente campagna contro l’ingiustizia razziale.

Il pilota della Mercedes ha utilizzato Instagram per sostenere i manifestanti che hanno abbattuto una statua di un commerciante di schiavi del XVII secolo a Bristol durante una delle molte proteste globali del movimento Black Lives Matter. Hamilton ha scritto sul sito di social networking: “Tutte le statue di uomini razzisti che hanno fatto soldi vendendo un essere umano dovrebbero essere abbattute! Qual è il prossimo?”.

In un post successivo ai suoi 16,5 milioni di follower, il britannico ha lanciato una sfida ai governi di tutto il mondo “per apportare questi cambiamenti e attuare la rimozione pacifica di questi simboli razzisti”.

Hamilton è stato altrettanto esplicito la scorsa settimana dopo la morte di George Floyd, un uomo di colore che è morto dopo che un agente di polizia bianco di Minneapolis ha premuto il ginocchio sul collo di Floyd anche dopo che aveva implorato di respirare mentre giaceva ammanettato a terra. Hamilton ha espresso il suo dolore e la sua rabbia per questa ingiustizia e ha invitato gli altri a fare altrettanto.

Hamilton ha anche criticato i suoi colleghi di Formula 1 per non aver parlato della questione del razzismo, dicendo che stavano “rimanendo in silenzio” nel “mezzo dell’ingiustizia”. Ha dichiarato: “Sono una delle poche persone di colore lì, eppure sono solo. Pensavo che a quest’ora avresti capito perché questo accade e ne avresti detto qualcosa, ma non puoi stare al nostro fianco. Sappi solo che so chi sei e ti vedo…”.

La stagione di Formula 1 era stata posticipata a causa del coronavirus, ma ora è programmata per iniziare il 5 luglio in Austria. Hamilton, l’unico pilota nero ad aver corso in F1, ha già parlato delle avversità che ha superato per arrivare ai vertici di uno sport che percepisce essere per i bianchi e privilegiato.

Related articles

BARCELLONA, XAVI NON MOLLA: “GAP DA 10 PUNTI COL REAL, MA NON GETTIAMO LA SPUGNA”

L'allenatore del Barcellona Xavi Hernández ha rifiutato di arrendersi nella corsa al titolo di Liga nonostante il pareggio...

PALMER TORNA ALL’ETIHAD DA NEMICO: GUARDIOLA “SAPEVO FOSSE UNA STELLA”

Pep Guardiola ha detto di aver sempre saputo che Cole Palmer era "un giocatore stellare", ma di non...

LIVERPOOL, VITTORIA AMARA: INFORTUNI PER JONES, JOTA E NÚÑEZ FRENANO LA CORSA DEI REDS

Il Liverpool ha subito una triplice tegola dagli infortuni nella vittoria per 4-1 di sabato sul campo del...

Perché la Roma ha esonerato José Mourinho, e perché continua a dividere l’opinione pubblica

E così se n'è andato. Ancora una volta nella sua terza stagione. Ancora una volta, sotto una nube....