Dal successo al fallimento: La lotta del calciatore Steven Caulker contro le dipendenze e la sua rinascita come futuro allenatore.

Invia:

Inizialmente sembrava che Steven Caulker, difensore del Wigan, stesse avendo una carriera calcistica di successo, giocando per squadre di alto livello come Tottenham, Liverpool e l’Inghilterra, oltre a rappresentare la Gran Bretagna alle Olimpiadi. Tuttavia, la sua lotta contro la dipendenza dal gioco d’azzardo e dall’alcol ha segnato la sua carriera e lo ha portato a avere molti rimpianti. Nonostante ciò, Caulker ha deciso di prendere queste esperienze come insegnamenti per la sua futura carriera da allenatore. Attualmente impegnato a ottenere i suoi badge da allenatore mentre gioca ancora per il Wigan, Caulker ha dichiarato a ESPN: “Mi piacerebbe essere un allenatore e penso che le esperienze che ho avuto mi tengano in buona posizione per questo, potendo prendere cura dei giovani giocatori o dei giocatori che potrebbero avere difficoltà con la fiducia e altre sfide. Penso che sarò una grande risorsa come allenatore”. Caulker si sente ora più in grado di affrontare le difficoltà che comporta essere un calciatore, utilizzando le sue esperienze per individuare e aiutare i suoi compagni di squadra che affrontano problemi di salute mentale.

Caulker ha spiegato che il suo problema con il gioco d’azzardo è iniziato all’età di 15 anni, ma è stato solo all’età di 19 anni che ha preso davvero il sopravvento su di lui. Nonostante i suoi tentativi di affrontare il problema e di entrare in riabilitazione, Caulker ha ammesso di non aver capito completamente che la vera guarigione significava rinunciare completamente al gioco d’azzardo. Tuttavia, ora Caulker si sente più in grado di individuare i segni di difficoltà nei suoi compagni di squadra e di offrire il suo sostegno. Ha detto: “Sento di poter individuare facilmente quando qualcuno non sta bene, anche se non si tratta necessariamente di dipendenza o depressione. Guardo intorno e vedo persone che si sentono giù, ansiose, preoccupate per il futuro. Grazie alle mie esperienze, posso riconoscere questi segni. I ragazzi della squadra mi considerano come una figura a cui possono confidarsi e condividere le loro preoccupazioni. Sono felice di poterli aiutare in ogni modo possibile”.

Caulker ha anche parlato delle occasioni sprecate nella sua carriera, iniziando con il Tottenham, il club che gli ha dato un’opportunità che molti altri gli avevano negato. Nonostante il suo talento calcistico evidente, Caulker ha avuto prove infruttuose in diversi club prima di entrare a far parte dell’accademia degli Spurs all’età di 15 anni. Tuttavia, mentre la sua carriera calcistica sembrava essere in ascesa, la sua dipendenza dal gioco d’azzardo stava prendendo il sopravvento sulla sua vita al di fuori del campo.

Related articles

BARCELLONA, XAVI NON MOLLA: “GAP DA 10 PUNTI COL REAL, MA NON GETTIAMO LA SPUGNA”

L'allenatore del Barcellona Xavi Hernández ha rifiutato di arrendersi nella corsa al titolo di Liga nonostante il pareggio...

PALMER TORNA ALL’ETIHAD DA NEMICO: GUARDIOLA “SAPEVO FOSSE UNA STELLA”

Pep Guardiola ha detto di aver sempre saputo che Cole Palmer era "un giocatore stellare", ma di non...

LIVERPOOL, VITTORIA AMARA: INFORTUNI PER JONES, JOTA E NÚÑEZ FRENANO LA CORSA DEI REDS

Il Liverpool ha subito una triplice tegola dagli infortuni nella vittoria per 4-1 di sabato sul campo del...

Perché la Roma ha esonerato José Mourinho, e perché continua a dividere l’opinione pubblica

E così se n'è andato. Ancora una volta nella sua terza stagione. Ancora una volta, sotto una nube....